NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter.
Rispettiamo la tua privacy. No spam.
Associazione Design for All Italia | Universal Design – progettazione inclusiva e sostenibile – Workshop AIAP
Design for All Italia promuove una progettazione per l’individuo reale, inclusiva ed olistica, che valorizza le specificità di ognuno, coinvolgendo la diversità umana nel processo progettuale.
Design for All, Design, Associazione, Italia, Accessibilità, Progetto, Inclusivo
21975
post-template-default,single,single-post,postid-21975,single-format-standard,real-accessability-body,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,menu-animation-underline,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Universal Design – progettazione inclusiva e sostenibile – Workshop AIAP

In corrispondenza del Salone Internazionale del Mobile, Aiap organizza un interessante workshop, sul design inclusivo, a cura di Manuela Martelli, e di Paolo Sancis.

Il corso si terrà presso la sede Aiap a Milano, da venerdì 17 a domenica 19 aprile 2015.

Il workshop ha il patrocinio di ADI Associazione per il Disegno Industriale, Design For All Italia, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano, Istituto dei Ciechi di Milano.


 

Affronteremo un tema attualissimo, “Il diritto alla mobilità”: parlare oggi di Universal Design significa infatti focalizzare l′attenzione su una progettazione sempre più inclusiva e sostenibile.

Inclusiva: nel senso che la progettazione di una qualsiasi struttura o infrastruttura deve poter essere accessibile e utilizzabile dal maggior numero di utenti nella quotidianità, quindi deve essere attenta e responsabile, proiettata nella cultura e nell′etica verso il “Design for All”.

Sostenibile: nel senso che la progettazione di una qualsiasi struttura o infrastruttura deve poter annoverare, insieme a criteri tradizionali di funzionalità, contenimento dei costi e risultato estetico, anche fattori ambientali, legati alla salute e al benessere dell′utente ultimo, il fruitore, l′uomo.

Parleremo di mobilità come diritto perché una vita autonoma passa sia attraverso la maggior libertà di movimento nell’ambiente urbano ed extraurbano, sia attraverso l′esplorazione di nuove modalità di trasporto, collettivo e individuale.

Analizzeremo i sistemi di guida e di orientamento nelle stazioni metropolitane, per capire cosa significaprogettare infrastrutture oggi, quali sono i possibili ostacoli alla mobilità e infine come progettare per l′accessibilità. 

In particolare, analizzeremo e porremo a confronto un caso di studio nazionale: la Roma Linea B1 (sistema LOGES – linee di Orientamento, Guida e Sicurezza), con uno internazionale: Copenhagen Cityringen (sistema TWSI – Tactile Walking Surface Indicator).


Programma:

GIORNO 1
Mattina
Apertura, presentazione docenti e partecipanti, introduzione su “Inclusive Design” e breve presentazione su “Normative e best practice per la leggibilità in contesti di mobilità”.

Pomeriggio
Escursione: suddivisione in gruppi dei partecipanti ed esplorazione di reali nodi di trasporto pubblico per la città. Raduno materiali su situazioni problematiche per i viaggiatori con insufficienza o temporanea difficoltà.
A seguire presentazione di una “diagnosi” dei problemi rilevati durante l’esplorazione.

GIORNO 2
Mattina e pomeriggio
Lavoro in gruppo sul tema scelto: sviluppare soluzioni proof-of-concept che sottolineano l’approccio di progettazione inclusiva e temi di sviluppo. Presentazioni casi studio.

GIORNO 3
Mattina e pomeriggio
Finalizzazione del proof-of-concept e relativa presentazione.

Orari:
h 10.00-13.00, 14.00-18.00
(Venerdì 17: h 9.30 registrazione dei partecipanti)


Workshop leaders:

Manuela Martelli, Paolo Sancis e con la partecipazione di Giuseppe Attoma Pepe

Manuela Martelli: architectural specialist presso Salini-Impregilo, è impegnata a Copenhagen nella progettazione e costruzione della nuova linea metropolitana Cityringen. Laureata in Architettura presso il Politecnico di Torino, ha collaborato per la Tecnimont, prima come freelance poi come dipendente per progetti civili e infrastrutturali, italiani ed esteri. Con un background anche di interior design e grafica, è specializzata nella progettazione esecutiva e di dettaglio secondo i criteri del Design for All e partecipa in qualità di relatore dal 2006 al Corso di Perfezionamento Post Lauream “Universal Design. Progettazione inclusiva e sostenibile”, presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino. Dal 2004 al 2006, membro della commissione giudicatrice per l’assegnazione di “Una Targa Per L’architettura” presso l’OAT-Ordine Architetti di Torino.

Paolo Sancis: consulente in Information e Interaction design, è specializzato nello sviluppo di soluzioni grafiche e interattive per la condivisione di informazioni complesse. Con un background in industrial design, è attivo professionalmente dal 1990. Ha lavorato in Italia, Francia e Paesi Bassi. Attualmente è Information Design Lead nell’agenzia milanese del gruppo Attoma, dove coordina le attività di progettazione visiva e di architettura dell’informazione.

Giuseppe Attoma: direttore dell’agenzia Attoma, fondata a Parigi nel 1997, è una personalità riconosciuta nel settore della User Experience e del Service Design. Particolarmente interessato alla problematica del valore dell’informazione, focalizza la sua attività di imprenditore e designer sulle sfide poste dall’interazione tra le organizzazioni e i loro pubblici, in un contesto di mutazione dei comportamenti e degli usi. È Board Member di IIID (International Institute for Information Design) e dell’associazione francese Designers Interfactifs.


 

Soci Aiap e Design for All:
Professionisti   250€
Studenti   180€
NON soci:
Professionisti   350€
Studenti   200€
Collaboratori di Soci   300€

In collaborazione con:

Aiap, Associazione italiana design della comunicazione visiva
IIID, International Institute for Information Design


Per ulteriori informazioni:

Segreteria Aiap
via Amilcare Ponchielli, 3
20129 Milano
tel. 02 29520590
fax  02 29512495
aiap@aiap.it
www.aiap.it